Il mio problema era l’eroina, ci sono stato dentro per più di dieci anni

  • warning: array_merge(): Argument #2 is not an array in /home/wwwhero/public_html/ita/includes/theme.inc on line 986.
  • warning: array_merge(): Argument #1 is not an array in /home/wwwhero/public_html/ita/includes/theme.inc on line 989.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/wwwhero/public_html/ita/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 24.

 

Ciao. Vengo dall’Italia. Sono arrivato qui perché un amico per puro caso mi ha parlato di questa cura dell’ibogaina. Io purtoppo sono dipendente dall’eroina e facendo una ricerca su internet ho trovato questa clinica.

 

E proprio guardando queste interviste come quella che sto facendo proprio io in questo momento ho capito che poteva essere la soluzione al mio problema. E in effetti è stato veramente così. È stata veramente la soluzione al mio problema.

 

Il dosaggio e per quanto tempo hai usato?

 

Quindi, come dicevo, il mio problema era l’eroina. Ci sono stato dentro per più di dieci anni fra lasciare e prendere, staccare - riprendere, dieci anni di eroina. Negli ultimi periodi addirittura proprio in vena e arrivavo a farmi quasi due grammi di eroina al giorno.

 

Ero arrivato al punto che ho avuto un figlio di un anno a non potermelo godere, a vedere la mia famiglia morire dietro me e non godermi la vita e rendermi conto che veramente dovevo fare qualcosa.

 

Quali conseguenze avevi prima di venire qua, conseguenze dell’uso della sostanza?

 

La mia vita girava tutta intorno a quello. La mattina mi svegliavo con il pensiero di dove trovare i soldi per poter comprarmi l’eroina. Non riuscivo ad andare a lavorare, non riuscivo ad alzarmi dal letto. La mia vita era in funzione di una bustina. La classica bustina di eroina.

 

Ok. Cos’era più importante, secondo te, durante la cura qua? Che tipo di trattamento oppure che tipo di procedure in genere, cos’era per te, secondo te, la cosa più importante?

 

Boh, io fondamentalmente sono venuto qua solo perché avevo sentito parlare dell’ibogaina. È il momento in cui ho contattato proprio la clinica e il manager della clinica - posso dire il nome di Vuk? – e il manager della clinica Vuk mi ha incominciato a parlare del trattamento.

 

Una cosa che mi ha spinto a venir qua fondamentalmente è stata proprio quella della disintossicazione senza conseguenze dolorifiche, cioè senza astinenze, senza niente.

 

Mi ha incominciato a spiegare che si sarebbe trattato di un’anestesia totale, che durante questa anestesia totale mi avrebbero disintossicato, e che quindi, comunque, non avrei sofferto la crisi di astinenza, che è una cosa da dire: non la auguro neanche al mio peggior nemico la crisi di astinenza.

 

Le crisi di astinenza sono la cosa più brutta che ci possa essere al mondo. Non le auguro a nessuno.

 

Come stai ora, come ti senti ora dopo la cura?

 

Ora, dopo la cura, mi sento veramente rinato. Io ho quasi 40 anni. Mi sento che ne ho 20. Mi sento che ne ho 20. Mi sento veramente un leone.

 

Questa cura che hai fatto qua, come si distingue oppure qual è la differenza tra questa cura qua e delle altre che sei andato a fare?

 

Io, l’unica cura che ho fatto in Italia è il classico assert, e l’assert non fa altro che prescriverti o il metadone o il suboxone.

 

Le altre cure in Italia possono essere comunità, ma le comunità sono completamente diverse da questa clinica. Ci sono stati diversi scandali in Italia per quanto riguarda queste comunità.

 

Una tra le tante è la comunità di *** che è la comunità più famosa che c’è in Italia. E il direttore di *** è stato denunciato propio per maltrattamenti alle persone.

 

E poi loro lì, come disintossicazione sapete cosa intendono? Ti chiudono in una stanza per dieci giorni con una faccenda a fare delle saune, perché loro dicono che la disintossicazione deve avvenire attraverso la sudorazione della pelle.

 

Ti chiudono là dentro e se tu stai veramente male, vuoi uscire, vuoi qualcosa che ti faccia stare un po’ meglio, arrivano anche a picchiarti. I rompicoglioni!

 

E cosa aspettavi della nostra clinica prima di venire qua?

 

Qual era la mia pretesa prima di arrivare qua?

 

Sì.

 

Inizialmente, quando sono arrivato qua non sapevo cosa aspettarmi. Io sono venuto solo con l’idea dell’ibogaina, che comunque, per quello che avevo studiato e letto e cercato su internet mi diceva già quello che avrei avuto sicuramente delle crisi di astinenza minori rispetto a quelle che avrei avuto se non avessi usato quella sostanza.

 

Quando, invece, poi ho sentito il manager, il ragazzo che mi ha contattato, che tra l’altro è stato gentilissimo e mi ha dato tutte le informazioni del caso, quando poi anche lui mi ha detto che mi sarei potuto disintossicare senza soffrire, non c’è altra spiegazione.

 

Se avessi la possibilità di fare la referenza a qualcun altro, la faresti?

 

Sì, sicuramente. Gli consiglierei di venire qua senza alcun dubbio. Senza alcun dubbio.

 

E il piano per la tua vita dopo la cura qua?

 

Godermi mio figlio. Godermi mio figlio e cercare di realizzarmi il più possibile, lavorativamente, con la famiglia e - ripeto – con mio figlio.

/* */