Sono stato dipendente dell'eroina da 13 anni

Buongiorno. Siamo bulgari io e mia moglie. Ho una dipendenza dall’eroina dall’età di quando avevo 14 anni. Ora ne ho 27 e insieme alla mia compagna, con i suoi sforzi grandi e tutto, abbiamo trovato una clinica su internet. Gli dici un po’ come l’hai trovata?
Ciao, buongiorno. Sono la moglie del ragazzo. Abbiamo avuto per tanti anni questi problemi. È stata molto dura. Mi sono messa tramite internet disperatamente a cercare un aiuto e ho trovato questa clinica. Mi sono messa in contatto con la signora Daniela e ci siamo fissati l’appuntamento e poi siamo arrivati...
Siamo arrivati all’aeroporto, tutto molto cordialmente, con gente, con personale tutto preparato per ogni evenienza, con un autista che ti viene a prendere, ti porta e la clinica è perfetta in ogni punto, con infermiere gentilissime, con una cucina spettacolare soprattutto e poi le procedure sono sopportabili, non sono cose faticose, magari che ti sfiniscono, e soprattutto è efficace in breve tempo.
Ti fanno dei trattamenti che non ti occupano tutto il giorno, non ti soffocano tutta la giornata. Hai tempo libero anche da passare nella clinica. Ci sono diversi ragazzi con gli stessi problemi di tossicodipendenza. È una clinica da consigliare, secondo il mio punto di vista e della mia compagna.
E qui fanno un trattamento speciale con l’ibogaina e questo è davvero un trattamento speciale perché è un’emozione che ti segna nel profondo perché io fino a 10 giorni fa, prima che entrassi in clinica – lei è testimone mio – andavamo a picco, perché non ce ne andava più bene una, ho avuto un sacco di problemi, tutti legati alle sostanze.
Ora ho una mente lucida, pulita e con il trattamento dell’ibogaina perché influisce soprattutto sulla mente. Qui curano il corpo prima di tutto, l’astinenza, ogni cosa. Dopo di ciò ti curano anche psicologicamente. Io non so, sono rimasto soddisfatto al 100% di ogni cosa, sia del personale sia della terapia che ti danno, sia dei dormitori.
La clinica è uno spettacolo: c’è una sala per lo svago, non è che ti ammattisci in una stanza o altro. C’è la mia compagna che mi può venire a trovare liberamente. È in mezzo alla città, non è dispersa nel nulla. E tu vuoi aggiungere qualcosa?
No... Io posso dire soltanto che sono rimasta molto soddisfatta. La consiglio a tutti quelli che hanno questo problema, perché veramente una volta usciti da qui uno può pensare alla vita tutta diversa.