Astinenza da cocaina, crack, eroina , astinenza da oppiacei. Disintossicazione e la terapia di Naltrexone

Una donna dall'Inghilterra decide di intraprendere la terapia con il Naltrexone.
Il paziente: Sono una donna Inglese di 29 anni e ho iniziato ad usare le droghe a 17 anni e poi, a 21 anni, ho continuato con  crack,  cocaina ed eroina, quindi, ho il problema con la droga da 8 anni. Ho provato due volte la disintossicazione in Inghilterra e anche tante volte da sola a casa, ma non è andata bene. Ero abbastanza preoccupata di venire qui. Però, era una cosa che  avevo veramente deciso di fare. Infatti,  mia mamma  ha trovato questa clinica in internet. Ho dato un’occhiata, poi, ho parlato con il dottor Alexei e ci siamo messi d’accordo.   Ho preso l’aereo per venire qui. Mi hanno aspettato all’aereoporto e mi hanno portato qui. Durante il primo giorno, mi hanno dato l’anestesia ed ho dormito. Il terzo giorno di nuovo ho dormito, era un’altra procedura, quindi per i prime tre, quattro giorni ho dormito per tutto il tempo, non ho sentito alcun sintomo di astinenza. E poi il quinto, o sesto giorno, mi hanno messo l’impianto di Naltrexone per tre mesi, che mi durerà i prossimi tre mesi. Sentivo poco, ma veramente poco i sintomi di astinenza, però, mi coprivano subito con i farmaci, appena li avvertivo che stavo male. I dottori, le infermiere, lo staff, i pazienti, tutti sono stati veramente fantastici. Sono andata molto d’accordo con tutti.

Il dott. Alexey: Sei soddisfata dei risultati del trattamento? Il nostro trattamento era quello che aspettavi?
Il paziente: Il trattamento era più di quello che aspettavo. Non ci credevo che fosse stato cosi’ facile.  Veramente non ci credevo, sono sorpresa da quanto è andata bene e ne parlavo a mia mamma ogni giorno per telefono.

 Il dott. Alexey: Ok, tu sai, quando voi ragazze entrate nel forum delle droghe su internet, ci sono tante informazioni negative sulla disintossicazione ultra rapida. Tu hai provato questo e adesso hai la tua esperienza personale. Cosa potresti dire adesso alla gente che pensa che la disintossicazione ultra rapida è una procedura orribile, come una tortura? Cosa potresti dirli?

 Il paziente: Allora, non è assolutamente una tortura. Le due disintossicazioni che ho fatto in Inghilterra erano come le torture. Lì devi urlare in un momento critico per ottenere il farmaco, mentre qui’, ti mettono a dormire mentre puliscono i tuoi recettori dall’eroina, e ogni volta quando senti i sintomi di astinenza ti viene dato il giusto farmaco.

Il dott. Alexey: La maggior parte della gente che usa l’eroina e' costretta a decider cosa fare, quale tipo di trattamento scegliere. In questo momento, la medicina moderna offre le due seguenti opzioni.   Esiste la terapia sostitutiva con il Metadone  o Subutex o Buprenorfine. Un’altra opzione è la disintossicazione ultra rapida o qualche altro tipo di disintossicazione e la terapia di Naltrexone. Avevi già provato prima il trattamento con il Metadone o qualche altra terapia con gli oppioidi?

Il paziente: Si.

Il dott. Alexey: Allora, perchè hai deciso di fare la terapia di Naltrexone?

Il paziente: Con il Metadone, era troppo difficile di smettere ecol subutex il mio corpo ha avuto una reazione negativa quindi non è andata bene. L’unica alternativa era la terapia con gli oppioidi TF che usavo spesso questi ultimi anni, allora, era ora di venire qui e finire con l’ingranaggio. Allora, ho fatto la disintossicazione ultra rapida, e come ho detto, ha soddisfatto le mie aspettative e veramente non aspettavo che sia così facile. Dalla mia esperienza, questa cinica è la migliora per quanto riguarda il dolore provato dai sintomi stinenziali.  Ė sicuro, veloce e praticamente indolore, i primi quarto, cinque giorni non senti assolutamente niente e poi, il quinto o sesto giorni, senti, ma veramente piccolissimi sintomi. Poi ti viene messo l’impianto, che non fa assolutamente male e ti rende protetto i prossimi tre mesi. Allora, dalla la mia esperienza, questa clinica è la migliore.

Il dott. Alexey: Dicci per favore, come vedi la tua vita in futuro? Che progetti hai per il futuro?

Il paziente: Beh, spero che verrò qui di nuovo per rimettere l’impianto.  Questa volta lo prenderò per un periodo più lungo. Ora mi sono abituato all’impianto, ma vorrei dare un’occhiata anche a tutti i dettagli della terapia per la dipendenza mentale  perchè anche questa terapia è possibile farla qui.

Fino ad oggi, dall'Italia, abbiamo avuto i pazienti di Bergamo ,  Milano ,  Verona , Lazio , Torino , Rimini , Toscana , Austria , Napoli , Lombardia , Firenze , Roma , Svizzera , Urbisaglia , Brescia , Modena , Uk ...