Terapia per eroina tossicodipendenti

 

Interrogatore: Buon giorno. Come ti chiami?

Paziente: Sono ***.

I: Piacere, ***. Potresti raccontarci un po' quale era il tuo problema, quale droga usavi e perchè sei venuta nella clinica dott. Vorobiev?

P: Io facevo l'uso di eroina e di metadone. Sono ricaduta più volte e sono venuta in questa clinica per disintossicarmi perchè...

I: Per quanto tempo usavi la droga?

P: L'ho usata per un anno pieno e addiritura in gravidanza perchè non accettavo la mia gravidanza perchè l'ho avuta con un uomo diverso da mio marito.

I: Il suo marito è un tossicodipendente?

P: No. No. La tossicodipendenza l'ho vissuta con l'uomo che è il padre di mio figlio.

I: Ho capito.

P: Da cui mi sono poi allontanata perchè due persone tossicodipendenti insieme non possono stare.

I: Allora, lei si è ripentita perchè durante la gravidanza usava la droga e quando il bimbo è nato, tre mesi fa, se ho capito...

P: No. Però io sono, si, però quando è nato io usavo solo metadone, ho preso soltanto per tre mesi l'eroina mentre ero incinta, poi ho usato metadone e ...

I: e hai deciso di smettere con tutto?

P: Venendo quà, perchè poi sono ricaduta, ho partorito, ho ripreso metadone, e poi ho ripreso a farmi. Quindi, ho capito che avevo bisogno di una disintossicazione completa e di qualcosa che mi legasse mani e piedi, ovvero - l'impianto.

I: Per dedicarsi completamente a tuo bimbo!

P:Si.

I: ***, potresti raccontarci come è passato il tuo trattamento nella clinica di dott. Vorobiev, quali terapia hai fatto e come ti senti adesso?

P: Sono stati dei giorni, per la verità, sereni. Non ho sentito l'astinenza, la terapia, per me, è stata ottimale, quindi è riuscita, i risultati gli ho avuti, è stata una terapia indolore, mai avuta una astinenza senza dolore, ma neanche brividi, niente, completamente ottimo.

I: Hai fatto qualcosa anche per la dipendenza psicologica?

P: Si. L'ibogaina mi serviva per capire quale porta della mia vita voglio aprire, 2.35 perchè quelle due porte che ho visto, quelle due immagini, per me sono state fondamentali.

Sono due porte diverse: una è quella larga, ma piena di sangue con quel fumo nero che, comunque, è la porta che porta alla strada, diciamo, della distruzione.

E poi c'era questa porta soffietto, verde, dove immaginavo il sentiero...

E' quella voglio percorre, per vivere la mia vita serenamente, facendo sport, lavorando e curandomi di questo bimbo che non è un errore, ma anzi è un dono che il Signore mi ha dato.

E sono contenta di essere venuta in questa clinica perchè comunque c'è sempre la possibilità di ricaduta, invece in questa clinica, coll'impianto, ti leghi mani e piedi.

Se anche la mente parte - non puoi fare niente perchè hai un impianto che ti protegge dalla droga. Non puoi drogarti con l'impianto. Perchè se ti droghi con l'impianto, non senti alcun effetto.

Quindi, è un antagonista ai oppiacei che si pone su ricettori dai quali noi riceviamo la sensazione di benessere dalla droga, ma con questa copertura, non si sente alcun tipo di sballo o di svagamento, pertanto per me è stato il modo per legarmi, ripeto, le mani e i piedi, cioè se voglio correre con la mente a comprarmi la droga io non potrò mai più farlo e verrò sempre a mettermi l'impianto finchè non mi sentirò completamente sicura e liberata nella mente.

I: Grazie, ***. Noi siamo ...

P: E poi c'è una cosa che devo dire. Lo staff è stato gen-ti-lis-si-mo, tutti amorevoli, tutti sorridenti, tutti disponibili, 4.39 veramente sono soddisfatta degli interpreti, in particolare Daniela, Dejan  pure è stato un'amore e veramente sono contenta del risultato, della psicologa che mi ha seguito, che mi ha aiutato, che mi ha fatto capire tante cose, del dottore, del direttore che è una persona gentilissima, disponibilissima. Tutto lo staff. Tutti i dottori.

Ma anche l'impianto - è un taglietto piccolino, bello, fatto bene. Io sono contenta veramente di tutto. E non mento, dico la verità, dico quello che ho veramente ho provato.

Ho provato dolcezza, comprensione, sostegno e sorriso. 

 

Fino ad oggi, dall'Italia, abbiamo avuto i pazienti di Roma, Milano, Urbisaglia, Firenze, Toscana, Modena, Austria, Napoli, Svizzera, Lombardia, Torino, Lazio, Brescia, Rimini, Verona, Bergamo, Uk...