Trattamento della fame da droga (craving)

(Trattamento da dipendenza psicologica)

Anticraving

La disintossicazione da droga, che significa la risoluzione della sindrome di astinenza, rappresenta soltanto il primo passo nella battaglia contro la tossicodipendenza. Dopo il successo nella disintossicazione l’organismo del paziente ne esce purificato e il fisico riprende le sue normali funzioni. Tuttavia lo stato mentale del paziente risulta ancora instabile. Il desiderio della droga è particolarmente forte dopo la disintossicazione. In questa fase il desiderio di sentire  l’impulso e gli effetti euforici delle droghe è predominante ed è costantemente presente nei pensieri del paziente.

 Trattamento della fame da droga (craving)" Il primo pensiero al risveglio è come ottenere denaro, dove acquistare la dose e dove farsi”. È come avere un navigatore GPS nella testa” – così viene descritto da un nostro paziente lo stato di dipendenza psicologica da droga. I pensieri compulsivi ossessivi sono impossibili da controllare. Il costante bisogno dello stato di intossicazione da droga, i frequenti  cambiamenti di umore, il nervosismo, l’insonnia e i sogni di droghe costituiscono la prova della dipendenza. Il craving raggiunge il livello di istinto biologico pari a quello di fame e sete. In tali momenti tutti i sentimenti del soggetto, l’attenzione e il comportamento sono focalizzati solo sulla ricerca di cibo o di acqua. Ad esempio, se non si mangiasse da un giorno si sentirebbe da lontano l’odore del cibo, gli occhi sarebbero alla continua ricerca di qualcosa da mangiare e i piedi porterebbero alla tavola calda più vicina. Dopo il processo di disintossicazione, un tossicodipendente è in uno stato di grave e costante fame per i narcotici ed è all’ostinata ricerca di modi per placare questa fame. A questo punto è superfluo parlare alla persona dei pericoli della tossicodipendenza. Il paziente ha bisogno di un aiuto medico per riconquistare il controllo su pensieri e comportamento. Deve spegnersi la lampadina nella testa.

Craving cocaina, eroina tratamiento

Oltre ai trattamenti tradizionali come psicoterapia e cure farmacologiche esistono alcune nuove tecniche efficaci per curare la dipendenza mentale:

1. Trattamento con ibogaina

2. Terapia con Xenon 

3. Terapia NET 

4. Blocco del sistema colinolitico.

Tutti questi metodi sono fondati sulla correzione della “confusione” dei neurotrasmettitori nel cervello del dipendente. L’aumentato livello di dopamina in una parte del cervello e la sua mancanza in un’altra parte, le significative fluttuazioni del livello di serotonina e norepinefrina combinate al deficit di endorfine endogene, generano uno stato di instabilità psicologica. Tuttavia, a prescindere dal fatto che il paziente sia felice o triste, pensa ossessivamente alla droga.

Il trattamento ristabilisce in modo efficace il conscio e il subconscio del paziente dai ricordi della droga, stabilizza sonno, umore e volontà. Molti dei nostri pazienti riferiscono di iniziare a risentirsi normali solo dopo aver terminato il ciclo di terapia per combattere il craving, come se fossero trascorsi molti anni dall’inizio della tossicodipendenza. La terapia con ibogaina cura in modo miracoloso le persone che hanno già  perso ogni speranza con i metodi tradizionali. La terapia con Xenon risulta attualmente il più efficace strumento contro il craving da cocaina, crack di cocaina, anfetamina e cristalli di metanfetamina. La terapia NET ripristina l’equilibrio dei neurotrasmettitori e dell’interazione armoniosa tra le differenti strutture del cervello. Il blocco del sistema colinolitico centrale influenza efficacemente i processi associativi e crea nuovi modelli comportamentali. Dopo la terapia anti craving (ADCT) le persone perdono interesse nelle droghe e nel desiderio di sballo. Emergono indifferenza e avversione nei confronti delle droghe. Al momento l’ADCT è un processo di ricostruzione delle basi della psiche, delle emozioni e del comportamento.

Crediamo fermamente che la terapia contro la fame da narcotici sia il trattamento principale dell’intero processo di cura della tossicodipendenza. Un trattamento psicologico di successo sulla dipendenza rappresenta un impegno per una completa guarigione, il passo più importante verso una vita libera da droghe.

 

Articoli Correlati:

  • Il naltrexone impianto ha l’aspetto di piccoli pellet posti sotto la cute nella zona del basso addome. 
  • La riabilitazione da droghe è un processo del trattamento psicologico indirizzato ai soggetti con dipendenza da sostanze psicoattive.